Curiosità

Lo Sfusato Amalfitano, oro giallo della Costiera Amalfitana

By 11 settembre 2017 No Comments

Il nome della varietà Sfusato Amalfitano, che dà luogo alla Indicazione Geografica Protetta “Limone Costa d’Amalfi”, racchiude due caratteristiche importanti: la forma affusolata del frutto, da cui il termine “sfusato”, e la zona in cui si è venuto a differenziare: la Costiera Amalfitana. Il “Limone Costa d’Amalfi” IGP è un prodotto dalle caratteristiche molto pregiate e rinomate: la buccia è di medio spessore, di colore giallo particolarmente chiaro, con un aroma e un profumo intensi grazie alla ricchezza di oli essenziali e terpeni; la polpa è succosa e moderatamente acida, con scarsa presenza di semi. E’ inoltre un limone di dimensioni medio-grosse (almeno 100 grammi per frutto).

Furono gli Arabi, nel corso della loro espansione e delle loro conquiste, che introdussero il limone in Spagna e in Sicilia e da li in Campania. Ma la vera diffusione del limone, nell’area di Amalfi, avvenne soprattutto grazie all’accertata necessità di disporre di questo frutto a seguito della scoperta della sua grande utilità nella lotta allo scorbuto, la malattia dovuta a carenza di vitamina C, di cui gli agrumi sono notoriamente ricchi.

Per il suo profumo intenso, la buccia spessa, la polpa succosa e semidolce e la quasi assenza di semi, il “Limone Costa d’Amalfi” IGP è largamente usato in cucina.

 Proponiamo di seguito una delle ricette tipiche della Costiera Amalfitana. 

 

Pasta con cozze e limone

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 grammi di pasta (linguine, spaghetti, scialatielli)
  • 1 Kg di cozze
  • 2 limoni
  • uno spicchio d’aglio
  • olio evo
  • un ciuffo di prezzemolo
  • sale

Preparazione:  Lavate le cozze e mettetele in una larga padella, coprite con un coperchio e lasciate che a fiamma viva si aprano tutte le valve. Lasciatele raffreddare. Eliminate i 2/3 delle conchiglie delle cozze e solo una valva dalle rimanenti. Rimettete le cozze in una padella, con 2-3 cucchiai di olio e lo spicchio d’aglio tritato. Se non sopportate il sapore dell’aglio potete lasciarlo intero e poi eliminarlo. Lasciate soffriggere pochi minuti a fiamma bassa e versate poi nella padella il succo dei limoni e la scorza tagliata a filetti sottili, solo la parte gialla. Lasciate insaporire per 2 minuti. Intanto lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolatele al dente. Tuffate la pasta direttamente nella padella con le cozze e mescolate per bene. Terminate con una spolverata di prezzemolo tritato.

Buon Appetito!

Leave a Reply